1457. Nostro malgrado

Continuamente, rovi spinosi

Rigogliosi crescono; forti e duri

Dalle vicissitudini concimati

Ed in noi s’abbarbicano

In inestricabili intrecci

Che ci rendono inaccessibili

Eppure, nidi rimaniamo

Predestinati ad un essere che

Vi troverà dimora e ricetto